Voucher - Il tetto al non profit è più alto

Voucher - Il tetto al non profit è più alto

Febbraio 26, 2016 - 11:36

Con il messaggio n. 8628/2016 l'Inps ha precisato che gli Enti non profit non sono soggetti alle limitazioni individuate dal D.Lgs. 81/215 che prevede in argomento due importanti limitazioni all’utilizzo dei voucher per i committenti imprenditori e professionisti, ovvero al il limite di 2.000 euro erogabili al singolo prestatore, di cui al comma 1 dell’art. 48, e all’obbligo di acquisto dei voucher in modalità esclusivamente telematica, di cui al comma 1 dell’art. 49.

Conseguentemente si applica il limite di € 9.333 lordi (€ 7.000 netti) a quegli enti che, pur operando con partita iva, non sono infatti "imprenditori" puri ai sensi dell'art. 2082 del codice civile. In tale limite più favorevole, vi rientrano le associazioni senza scopo di lucro come le Misericordie. Tali enti possono ancora ricorrere all'acquisto cartaceo dei buoni lavoro non essendo obbligati ad utilizzare la procedura telematica.

Oltre agli enti non profit sono esclusi dal suddetto limite  anche le chiese e associazioni religiose, le fondazioni, i partiti politici, i sindacati e i condomini.

AllegatoDimensione
PDF icon Inps messaggio 20160202.pdf119.74 KB