8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop

Firmato l’atto costitutivo del primo Consorzio delle Misericordie d’Italia

Firmato l’atto costitutivo del primo Consorzio delle Misericordie d’Italia

Gennaio 09, 2015 - 14:46

È stato firmato oggi (9 gennaio) a Milano l’atto costitutivo del “Consorzio OdM” - Consorzio Opere di Misericordia, il consorzio espressione del Movimento delle Misericordie a livello nazionale, promosso dalla Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia che ne è socio fondatore e promotore, assieme alle Federazioni Regionali di Toscana, Calabria-Basilicata, Puglia, Emilia Romagna, che ne sono soci fondatori.
Presenti all’atto, il presidente nazionale Roberto Trucchi, il tesoriere Maria Pia Bertolucci, il presidente della Federazione Calabria-Basilicata Leonardo Sacco, il presidente della Federazione Toscana Alberto Corsinovi, il presidente della Federazione Puglia Gianfranco Gilardi, e il presidente della Federazione Emilia Romagna Israel De Vito.
“Dopo un lungo periodo di gestazione, finalmente questo progetto diventa una realtà concreta. La data di oggi segna un momento storico per tutto il Movimento – ha detto il presidente Trucchi ‒ e l’augurio è che sempre più Misericordie decidano di aderire al Consorzio, avvalendosi delle opportunità da questo offerte”.
In questa fase inziale, al fine di garantire la piena coerenza del sistema Misericordie, è stata nominata presidente del Consorzio la tesoriera nazionale Maria Pia Bertolucci; con lei, fanno parte del CdA Andrea Bertoncini, Arnaldo Maione, Pasquale Stefano Massaro e Giancarlo Valenti.
Istituito come service del Movimento delle Misericordie, il Consorzio non ha scopo di lucro e si propone di promuovere lo sviluppo e la razionalizzazione di alcuni servizi dei consorziati e di fornire loro servizi d’impresa coordinando e ottimizzando i servizi rivolti alla popolazione, stipulando convenzioni con enti pubblici e privati nell’interesse dei consorziati aderenti. Il Consorzio si propone di effettuare, sia in Italia che all'estero la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi, come centri diurni, case di cura, di accoglienza per immigrati, ma anche biblioteche, asili nido, centri di riposo per anziani, ecc.
Tra gli scopi, figurano anche la promozione e l’organizzazione di attività culturali e sociali e del tempo libero, corsi di formazione professionale, laboratori, seminari per gli operatori del settore; funzioni di consulenza nei confronti di enti e istituzioni pubbliche e private; attività volte all'inserimento economico-sociale e culturale degli extracomunitari, disabili, detenuti, minori a rischio, tossicodipendenti e delle categorie svantaggiate in genere.
Al consorzio, che potrà partecipare a gare di appalto pubbliche e private mediante la predisposizione di offerte in nome proprio o in nome, per conto e nell'interesse di uno, di alcuni o di tutti i consorziati, possono aderire tutte le Misericordie e le strutture d’impresa da esse promosse.
Lo statuto del Consorzio sarà presto reso disponibile, non appena avvenuta la registrazione da parte del Notaio.