8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop

Forma.T: grande partecipazione ad Ariccia

Forma.T: grande partecipazione ad Ariccia

Marzo 14, 2015 - 10:32

E’ sbarcato anche in Lazio, nella città di Ariccia, il campus di formazione territoriale delle Misericordie d’Italia, denominato “Forma.T 2015”. Una due giorni intensa (da questa mattina a domani sera), che mira a promuovere la crescita delle competenze tecniche, gestionali e associative dei responsabili e dei formatori delle misericordie in tutti gli ambiti di azione del Movimento. Nove i corsi attivati per i 140 partecipanti: istruttori autisti, formatori soccorritori, istruttori Blsd Irc-Com, servizio civile (Olp, Rlea), formatore in protezione civile, gestione associativa, I Care (servizi alla persona), Ok (operatori di komunità) e il corso "Som" (Sala Operativa Misericordie), che mirano a fornire competenze tecniche e soprattutto “umane”, con la creazione di figure capaci di individuare i nuovi bisogni della comunità e le nuove emergenze sociali. “Le fraternite di Misericordie – ha detto il direttore della Confederazione, Andrea Del Bianco aprendo i lavori del Forma.T – non sono nostre, ma della gente che incontriamo ogni giorno”. “Bisogna lasciarsi contaminare dal prossimo – ha aggiunto – e dai propri bisogni, innovando la proposta d’aiuto”. A questo proposito, il responsabile del coordinamento regionale delle Misericordie del Lazio, Fernando Nasoni, esprimendo soddisfazione per la numerosa presenza dei volontari e anticipando l’avvio del processo che porterà alla prossima formazione della Federazione Lazio, ha evidenziato l’importanza di fare rete: “Stiamo lavorando da alcuni mesi soprattutto sulla comunicazione – ha detto Nasoni – coinvolgendo tutte le fraternite in un processo trasparente di crescita e condivisione, che necessita della partecipazione di tutti”. A portare il proprio saluto, anche don Antonio Scigliuzzo, correttore spirituale della Misericordia di Ariccia, che ricordando l’annuncio che ha fatto ieri Papa Francesco, per l’indizione di un “Giubileo della Misericordia”, ha esortato a non dimenticare che ogni cristiano e volontario è testimone della Misericordia di Dio, “con la quale – parole di Papa Bergoglio - tutti siamo chiamati a dare consolazione a ogni uomo e ogni donna del nostro tempo”. Due gli importanti progetti sociali portati avanti dalla Misericordia di Ariccia in collaborazione con la Caritas diocesana: “Sossss Servizi operativi soccorso, solitudine, salute e sostegno” (che mira all’assistenza sanitaria e al telesoccorso) e “Progetto.Oltre”. Quest’ultimo si dirama in tre attività: Centro d’ascolto per adolescenti; Centro prevenzione per le dipendenze e il recupero dei detenuti (fino a 35 anni) e punto di distribuzione del banco alimentare. Dopo la plenaria Alzaia tenuta dal direttore Del Bianco e il video saluto del Presidente Nazionale delle Misericordie d'Italia, Roberto Trucchi si è svolto un momento di formazione comune ad alcuni corsisti sulla comunicazione e didattica, tenuta dal responsabile nazionale della formazione, Gionata Fatichenti, che ha presentato lo staff dei formatori e della Confederazione, elogiando l’ottimo lavoro portato avanti dal ordinamento laziale per l’organizzazione dell’iniziativa.