Le Misericordie a REAS: un grande successo

Le Misericordie a REAS: un grande successo

Ottobre 10, 2017 - 13:16

Tanti i visitatori ed i partecipanti ai corsi proposti, grande attenzione per l’elisoccorso

Bilancio positivo per la seconda partecipazione della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia a REAS Salone dell’Emergenza, che si è svolto venerdì sabato e domenica scorsi alla Fiera di Montichiari. Tantissimi sono stati i visitatori che hanno voluto conoscere il mondo delle Misericordie all’interno del padiglione di 1000 metri quadri dedicato. Sono state oltre 250 le persone che hanno partecipato ai tanti corsi presentati dai formatori confederali ed alle simulazioni proposte nel calendario delle attività. Molta attenzione ha riscosso anche lo spazio dedicato alle unità cinofile che proponeva corsi di formazione, ma anche attività di avvicinamento agli amici a quattro zampe.

Un discorso a parte va fatto per i corsi specifici per l’elisoccorso: i posti disponibili sono subito andati esauriti al momento delle iscrizioni e per accontentare tutti invece di estrarre a sorte alcuni dei partecipanti si è deciso di far provare l’esperienza del volo a tutti, per un totale di oltre 140 persone. Interessanti anche le prove di approccio all’elisoccorso da parte delle unità cinofile. Questa esperienza è stata possibile grazie all’impegno di GRS - CSA Heli Dervce, I-HELP by BSO Servizi Sanitari e dei tanti volontari che hanno contribuito a mantenere sicura l’area di atterraggio.
Grande interesse anche per i corsi di Make-up nell’emergenza, una delle ultime frontiere per rendere ancora più reale ogni sessione di simulazione. In molti hanno seguito attentamente l’insegnante, bravissima volontaria delle Misericordie, che ha spiegato come realizzare su una comparsa in perfetta salute traumi, bruciature e molto altro.

Ottima la partecipazione al corso BOLS - Basic Obstetric Life Support che ha dato agli iscritti importanti nozioni per gestire un parto in situazione extraospedaliera, buona la partecipazione alla SIM Cup che ha visto sfidarsi tre squadre nella simulazione di una situazione di emergenza ed alla Zoll Challenge. Positiva anche la collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale che ha arricchito l’offerta dei corsi proposti. Grande anche il lavoro di tutti i giovani formatori e simulatori delle Misericordie che con il loro impegno hanno permesso il perfetto svolgimento di tutte le attività.
L’appuntamento è, dunque, per l’anno prossimo per far conoscere al grande pubblico altre sfaccettature del movimento Misericordie.