8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop

Mons. Agostinelli incontra i correttori regionali delle Misericordie

Mons. Agostinelli incontra i correttori regionali delle Misericordie

Aprile 11, 2015 - 10:15

L’importanza della formazione spirituale all’interno delle fraternite di Misericordia e la necessità di fare rete attraverso un lavoro comune che miri ad evidenziare i valori propri della mission dell’ente caritativo ad ispirazione cristiana più antico della storia.Queste in sintesi le linee guida dell’incontro avvenuto nelle  giornate del 9 e 10 aprile a Prato, presso la “Villa il Palco”, tra Mons. Franco Agostinelli, vescovo di Prato e guida spirituale della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia e i correttori regionali delle Misericordie di diverse regioni italiane.
“Intanto un’occasione per conoscersi – ha detto Mons. Agostinelli – e confrontarci sui limiti, le difficoltà e soprattutto l’adeguamento di alcuni principi di matrice cattolica, previsti dallo statuto, che sono messi in continua discussione dall’evolversi della società che cambia”.  “In questa prima fase - ha aggiunto - abbiamo poi definito le linee guida sulle quali lavorare nei prossimi mesi”.
Sette i correttori regionali presenti, provenienti da Sicilia, Campania, Lazio, Toscana, Liguria e Triveneto, che nella mattinata del 10 aprile, si sono confrontati alla presenza del direttore generale della Confederazione Nazionale delle Misericordie, Andrea Del Bianco e dei presidenti regionali della Federazione delle Misericordie Toscane, Alberto Corsinovi e del coordinamento della Campania, Angelo Iacoviello.
Nella serata del 9 aprile, invece, il presidente nazionale della Confederazione, Roberto Trucchi, ha presentato il movimento ai correttori, aggiornandoli su tutte le attività promosse dalla Confederazione, i numeri e i progetti realizzati e quelli in fase di realizzazione. Nel pomeriggio, i correttori avevano visitato invece la sede della Misericordia di Prato, accolti dalla governatrice Maria Petrà, dal proposto Paolo Bandini e dal correttore spirituale don Francesco Spagnesi.
Soddisfazione espressa da Mons. Franco Agostinelli per l’esito dell’incontro: “Abbiamo concordato di rincontrarci a fine giugno – ha anticipato Mons. Agostinelli -  invitando anche i presidenti regionali di Federazioni e coordinamenti, perché è fondamentale si lavori in sinergia valorizzando sempre più la figura del correttore non solo all’intero delle diocesi, ma anche come collante tra il lavoro svolto dagli operatori e la gente”. “Nel frattempo – ha concluso il vescovo – rimaniamo in attesa di conoscere le linee guida che Papa Francesco detterà in previsione dell’anno Santo della Misericordia”.