Nuovi adempimenti per le Misericordie che effettuano attività di servizio funebre

Nuovi adempimenti per le Misericordie che effettuano attività di servizio funebre

Gennaio 26, 2016 - 18:39

Entro il termine del 28 febbraio dovranno essere comunicati all’Agenzia delle Entrate, i dati relativi alle spese funebri e relative a ciascun decesso, con l’indicazione dei dati del soggetto deceduto e degli intestatari del documento fiscale. La comunicazione va eseguita ogni anno con riferimento ai dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente. Per i dati del 2015, atteso che il prossimo 28 febbraio cade di domenica, la scadenza è fissata al 29 febbraio 2016.

Questi oneri si aggiungono alle spese sanitarie, i cui dati, si ricorda, per quanto riguarda il 730/2016, devono essere comunicati da medici chirurghi, odontoiatri, farmacie e strutture sanitarie, al Sistema Tessera Sanitaria entro il prossimo 1 febbraio (poiché il 31 gennaio 2016 cade di domenica). Le spese funebri devono essere trasmesse dai soggetti che emettono le fatture relative a tali oneri. Sono oggetto di comunicazione:

-          l’ammontare delle spese sostenute a seguito della morte di persone nell’anno precedente, con riferimento a ciascun decesso;

-          i dati del soggetto deceduto;

-          i dati del soggetto intestatario del documento fiscale.

Infine, il decreto rimanda a un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate di prossima emanazione la determinazione delle modalità tecniche per la trasmissione delle comunicazioni.