8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop

Terremoto in Centro Italia: L'intervento delle Misericordie (LIVE)

Terremoto in Centro Italia: L'intervento delle Misericordie (LIVE)

Agosto 24, 2016 - 08:48

A seguito del violento evento sismico che la notte del 24 agosto ha fatto tremare Umbria, Marche e Lazio, le Misericordie, attivatesi prontamente, stanno lavorando di ora in ora per portare soccorsi e aiuti.

Di seguito, gli aggiornamenti:

26 agosto ore 13: COMUNICATO STAMPA
LE ASSOCIAZIONI CINESI FIORENTINE INSIEME CON LE MISERICORDIE PER SOSTENERE LE POPOLAZIONI VITTIME DEL TERREMOTO

La solidarietà getta un ponte tra le culture

La solidarietà è un ponte tra le culture. In un momento critico per le popolazioni colpite dal sisma nel centro Italia, le associazioni dei cittadini cinesi di Firenze  -  Associazione Generale dei Cinesi a Firenze, Associazione Imprenditori Cinesi, Associazione Donne Cinesi a Firenze, Unione Giovani Italo Cinesi, Associazione Wencheng del Centro Italia, Associazione di Ricerca Culturale Italo Cinese Yanhuang, coordinate organizzativamente per questa esperienza dall’Unione dei giovani italocinesi - hanno attivato una raccolta di generi di prima necessità da inviare alle popolazioni colpite dal sisma, in collaborazione con la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia.

I Cittadini Cinesi di Firenze hanno manifestato la loro volontà di aiutare le comunità vittime del terribile terremoto e, dopo aver contattato la Confederazione Nazionale delle Misericordie, si sono resi immediatamente disponibili per raccogliere generi di prima necessità, finalizzando gli acquisti rispetto alle esigenze espresse dalla mensa del campo delle Misericordie di Sant’Angelo di Amatrice. Questo impegno ha prodotto l’eccezionale risultato di avere già pronti in appena 24h più di 1 tonnellata di generi alimentari e stoviglie monouso necessarie per coprire il fabbisogno completo di un mese di attività del campo.

Le Associazioni dei Cittadini Cinesi fiorentini e la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia ritengono che lo sgomento ed il dolore che ci accomuna in queste giornate ha generato un piccolo segno di speranza producendo un’azione che è tipica di una comunità che insieme interagisce e reagisce affrontando le difficoltà producendo reti, non di recinzione, ma di relazione e solidarietà.

Altre immagini le potrete trovare sul profilo Facebook della Confederazione  https://www.facebook.com/misericordieitalia/?fref=ts

 

25 agosto ore 17:  La Confederazione, in seguito alle ripetute e generose richieste provenienti dalle Misericordie e da confratelli di tutta Italia, ha aperto un conto corrente bancario/postale su cui indirizzare le raccolte in denaro:

IBAN IT96K 03359 01600 100000072296
intestato a Confederazione Nazionale Misericordie
causale "TERREMOTO CENTRO ITALIA"

Eventuali raccolte di generi alimentari a lunga conservazione oppure vestiario nuovo potranno essere organizzate in autonomia dalle singole Misericordie che dovranno però farsi carico di tutti i necessari aspetti gestionali fino alla distribuzione in loco.

 

 

25 agosto ore 16: La mensa del Campo di Sant'Angelo di Amatrice ha distribuito 450 pasti per il pranzo, 500 li distribuirà a cena, 500 sono previsti per domani, 150 sono andati agli ospiti del campo (quelli che dormono lì) e 120 ai volontari; gli altri pasti a chi per il momento non risiede nel campo.

 

25 agosto ore 13: Mensa pronta per offrire il pranzo.

 

25 agosto ore 12,30: COMUNICATO STAMPA

Misericordie: oltre 200 volontari e 5 unità cinofile attualmente impiegate, operativo il campo di Sant’Angelo ad Amatrice

Una nottata di lavoro incessante per i volontari delle Misericordie Italiane impegnate nei territori colpiti dal sisma di ieri notte. Sta per entrare in operatività il campo da 250 posti letto situato nella frazione di Sant’Angelo di Amatrice (a circa 25 km dal capoluogo Amatrice). In questo campo sono operativi 146 volontari delle Misericordie. Altri 35 volontari stanno operando nel posto medico avanzato ARES dell’Azienda di Emergenza Regionale del Lazio. Sono operative anche 5 unità cinofile che lavorano in tandem con quelle dei Vigili del Fuoco, che hanno lavorato fino alle 3 di stanotte e sono rientrate in attività questa mattina presto attualmente sono impegnate in alcuni palazzi crollati ad Amatrice. Altre 10 squadre delle Misericordie stanno raggiungendo a piedi alcune delle 61 frazioni di Amatrice, fornite di acqua e generi alimentari (partiti ieri sera grazie alla collaborazione tra Misericordie e Unicoop Firenze) e, soprattutto, sentire le esigenze della popolazione. È attiva anche un’ambulanza con medico-infermiere che lavora in coordinamento con il 118 a protezione alla popolazione che vive nelle case sparse.

 

 

25 agosto ore 10,30: Il presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia Roberto Trucchi esprime la sua vicinanza alle popolazioni colpite e ai volontari in servizio: "Il primo pensiero va a quei piccoli innocenti, tanti, tantissimi che hanno perso la vita in quelle macerie. E poi ai loro genitori, ai loro cari, e a tutte le persone che in una tiepida notte di fine estate sono andati a dormire tranquilli e mai più si sono risvegliati. Un pensiero e una preghiera per loro ma anche per tutti i volontari che si sono subito messi all'opera, senza indugio e senza paura, e che da ormai 30 ore stanno lavorando incessantemente per portare aiuto e assistenza a chi, in una manciata di minuti, ha perso tutto. Grazie dunque ai confratelli e alle consorelle che oggi più che mai, là dove tutto è macerie e lacrime, incarnano il più autentico e profondo spirito di misericordia. Continuano le scosse, ma il loro cuore è saldo. La terra trema, ma loro no."

 

25 agosto ore 4: Arrivo della Colonna Mobile da Amatrice. Si inizia con l'allestimento del campo per dare ricovero e assistenza alla popolazione.

 

 

24 agosto ore 22: Il campo delle Misericordie è stato allestito a Sant'Angelo in Amatrice. È lì che devono direzionarsi i Confratelli che vanno per prestare la propria opera oppure portare generi di prima necessità. Nel pomeriggio è continuata la ricerca di superstiti. Purtroppo le macerie hanno restituito molti corpi senza vita, diversi dei quali di bambini.
Sta per calare la notte: la prima, che per molti fratelli sarà tra le più brutte... 

 

24 agosto ore 19.30: SERVIZIO CIVILE: la Confederazione comunica che, a causa delle difficoltà dovute a un rallentamento da parte del Ministero a dare l'autorizzazione, e considerato parallelamente il grande numero di confratelli e consorelle che hanno dato la propria disponibilità a prestare servizio in queste ore, al momento si dà priorità a partire a quelle squadre composte da volontari Non in servizio civile.

 

 

24 agosto ore 17: La Confederazione comunica che al momento non si ritiene opportuno attivare l'apertura di un conto corrente dedicato né la raccolta di generi alimentari (oggi da Firenze sono già partiti 4 camion di scorte che verranno distribuite direttamente alla popolazione grazie alla collaborazione di Unicoop Firenze), preferendo prima effettuare una verifica delle reali necessità sui territori colpiti. Si ringraziano comunque tutti coloro - e sono tantissimi - che in queste ore stanno chiamando offrendo la loro disponibilità e il loro contributo.

 

24 agosto ore 16: In questo Video, il GRAZIE di Confederazione a tutti i volontari impegnati e a tutti quelli che hanno prontamente offerto la propria disponibilità. Che Dio Ve ne renda merito!
 

 

24 agosto ore 14: Su richiesta della Protezione Civile Nazionale, dal Polo Logistico nazionale delle Misericordie situato a Prato sono già partite le colonne mobili per la realizzazione di un campo che può accogliere 250 persone ad Amatrice, un altro campo da 150 persone è pronto per essere accolto in un altra delle località colpite. Sono partiti anche 8 gruppi elettrogeni, 2 torri faro, 400 brandine ed altre 500 sono disponibili. Sempre da Firenze sono partiti ed arriveranno in serata 4 camion di generi alimentari che saranno distribuiti direttamente alla popolazione, grazie alla collaborazione di Unicoop Firenze. Sarà tra breve attrezzato anche un campo base aggiuntivo per sole Misericordie ad Ascoli Piceno.

“Pochi minuti dopo la prima scossa grazie alle informazioni che ci sono state fornite dalle Misericordie limitrofe all’epicentro – afferma Alberto Corsinovi Consigliere di Presidenza della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia con delega alla Protezione Civile – abbiamo istituito la sala operativa e la prima squadra dei nuclei di valutazione. Via via che i luoghi venivano raggiunti abbiamo avuto chiaro che la situazione era gravissima . In questo momento la macchina dei soccorsi è in piena attività, ma il pensiero va comunque alle famiglie delle vittime, dei feriti ed alle persone che hanno perso tutto, l’impegno del movimento delle Misericordie sarà quello di fornire aiuto e sostegno a tutti loro”. 

 

 

24 agosto ore 10,30: Su disposizione del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, è stato individuato ad Amatrice il luogo in cui sarà allestito il Campo Nazionale delle Misericordie.

Intanto le Misericordie stanno raccogliendo le disponibilità di uomini, mezzi e risorse cercando di far convergere il prima possibile gli aiuti alle popolazioni colpite.

SERVIZIO CIVILE: A seguito delle numerose richieste pervenute in queste ore da parte delle Misericordie, comunichiamo quanto segue:

A seguito del drammatico terremoto registrato in Umbria, Confederazione comunica alle Misericordie che nel caso in cui i giovani in servizio civile nazionale vogliano partecipare agli aiuti organizzati da Confederazione stessa, è possibile attivare quanto previsto dal Prontuario concernente la disciplina dei rapporto fra enti di servizio civile nazionale e i giovani al punto 6.3.

6.3.  In  occasione  di  emergenze  di  protezione  civile  -  sia  nella  fase  della  calamità  che  in quella post emergenziale – o di missioni umanitarie, l’ente può impiegare i volontari, per un periodo

non  superiore  ai  trenta  giorni,  previa  acquisizione  in  forma  scritta  del  loro  consenso  ed autorizzazione  del  Dipartimento,  presso  altre  sedi  dello  stesso  ente  in  Italia  o  all’estero,  per

interventi organizzati dall’Ente stesso. L’ente  garantisce il rimborso delle spese di vitto e alloggio nonché delle spese di viaggio limitatamente all’andata e ritorno. Resta a carico dell’ente la stipula di

apposita assicurazione per i rischi connessi alle attività svolte in altre sedi.

 

La procedura è la seguente:

 1)      Far compilare il consenso ai giovani utilizzando il modulo allegato

2)      Allegare una lettera accompagnatoria da parte della Misericordia che indichi i nominativi dei giovani, l’impegno della Misericordia a far fonte a tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio e la dichiarazione di attivazione di assicurazione per rischi connessi alle attività svolte.

3)      Inviare il tutto alla mail progetti@misericordie.org

4)      Attendere l’autorizzazione del Ministero

n.b.: i giovani non possono assentarsi dal servizio presso la sede ordinaria senza prima l’autorizzazione del Ministero fatto salvo l’utilizzo di permessi personali residui.

 

 

 

24 agosto ore 7:  LaSala Operativa, attivata stanotte per coordinare le attività di soccorso per i territori colpiti, sta facendo convergere le risorse attraverso le arterie centrali del Paese. 

Subito dopo la scossa più forte di questa notte sono giunti sul posto 200 operatori delle Misericordie presenti nelle zone più vicine all’epicento del terremoto provenienti da Marche, Abruzzo, Lazio, sud della Toscana ed in particolare da Grottammare, Pescara, Siena, Monte San Savino. Già stanotte erano attivi 20 tecnici delle Misericordie con specifiche competenze nella valutazione dei danni. Sul posto sono operative già 15 ambulanze e 2 gruppi cinofili composti da 4 cani.

Si chiede alle Misericordie e alle squadre di Protezione Civile di mettersi in preallerta: saranno infatti attivate nelle prossime ore in funzione delle necessità,non solo nella gestione dell'emergenza ma anche nei giorni successivi. La natura impervia dei territori più colpiti e la difficoltà di raggiungimento degli stessi a seguito dei numerosi crolli, rendono infatti complesso l'invio dei mezzi: la Sala Operativa sta valutando di ora in ora la situazione in base ai report di chi è sul posto.