8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop

Universiadi: le Misericordie pronte a gestire il servizio di emergenza medica

Universiadi: le Misericordie pronte a gestire il servizio di emergenza medica

Luglio 01, 2019 - 14:56

Venti giorni di attività fino al 16 luglio con oltre 200 volontari impegnati

Un nuovo grande evento che vedrà protagoniste le Misericordie Italiane. Partiranno mercoledì 3 luglio a Napoli le Universiadi, evento sportivo secondo solo alle Olimpiadi e le Misericordie Italiane sono pronte per un nuovo compito: la gestione del servizio di protezione sanitaria. Alla cerimonia di inaugurazione saranno presenti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e le delegazioni nazionali di tutti i paesi.

Forte delle recenti esperienze nella gestione dei servizi di safety e security ad alcuni dei più importanti eventi legati alla presenza del Santo Padre, prima fra tutti la Giornata Mondiale della Gioventù di Panama svoltasi nello scorso mese di gennaio, la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia – Area Emergenze metterà tutta la propria competenza nella gestione di questa grande manifestazione. 
Nello specifico 20 saranno in totale i giorni di impegno con 200 volontari, infermieri e medici che si alternano tra allenamenti gare e villaggi (questi ultimi sono in tutto 5 con medico infermiere ed ambulanza) coordinati dal professor Amato de Paulis, Direttore di Medicina Interna dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli. Sui campi di gara (e di allenamento) saranno, tra l’altro a disposizione 60 defibrillatori, 80 ambulanze con medico a bordo a servizio di oltre 4000 atleti. Tra i servizi che le Misericordie contribuiranno a gestire l’assistenza medico-sanitaria degli atleti, allenatori, personale tecnico, ufficiali di gara, accompagnatori, spettatori, media e componenti delle delegazioni. Saranno 5 i punti di primo intervento sistemati all’interno dei villaggi che ospiteranno gli 8 mila atleti impegnati nelle gare. I Fratelli e le Sorelle delle Misericordie collaboreranno anche alla gestione di un ospedale da campo (policlinico composto da moduli) situato alla Stazione Marittima di Napoli a servizio degli atleti che soggiorneranno all’interno di due navi da crociera. 
Dalla sala situazione nazionale di Pistoia, aperta H24, tecnici e Fratelli operatori di sala monitoreranno costantemente le operazioni di soccorso e guideranno tramite satellite la dislocazione delle ambulanza e gli spostamenti fornendo le coordinate. Centrale e squadre di soccorso saranno collegate attraverso tablet.

Da segnalare infine il grandissimo l’impegno della Misericordia del Partenio situata Mercoiano e dei suoi 20 volontari che stanno lavorando giorno e notte per l’organizzazione dal settore logistica al sanitario. Importante anche l’impegno di I-Help by BSO che ha collaborato con le Misericordie Italiane per la riuscita dell’evento, mettendo a disposizione il policlinico-ospedale da campo che offrirà ogni tipo di visita specialistica ed un centro radiologico. La macchina operativa è guidata dall’Area Emergenze Nazionale della Misericordie dal Direttore Gionata Fatichenti e dal Consigliere Nazionale della Campania Luca De Angelis, il Consigliere Nazionale Elio Di Leo si occupa del Coordinamento per il servizio sanitario. 

“Voglio augurare a tutti i Fratelli e le Sorelle che porteranno il proprio servizio alle Universiadi di Napoli un buon lavoro – afferma Roberto Trucchi Presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia -. Abbiamo già dimostrato la nostra bravura e competenza in altre grandi manifestazioni e sono sicuro che anche questa volta saremo un importante supporto per gli organizzatori dell’evento. Mi auguro che le Universiadi siano soprattutto un momento di festa e che nei tanti colori e bandiere che le caratterizzeranno ci sarà anche un po’ del nostro Giallociano”.