8n2fte - w6g59w - rwquxm - fzmt76 - 9kru5t - as89wm - zwvrff - dlokop
Prev article
Next article

Un ponte per Betlemme. 1 marzo: Giornata contro il Muro

Un ponte per Betlemme. 1 marzo: Giornata contro il Muro

Marzo 01, 2014 - 06:41


 
2004-2014: DIECI ANNI MURATI VIVI IN CASA PROPRIA.
Le comunità cristiane di Betlemme, Beit Jala e Beit Shaour, le suore del Charitas BabyHospital e tanti altri cristiani di Betlemme ci chiedono di NON DIMENTICARE che da 10 anni gli abitanti di Betlemme si sono visti portare via la terra, la vita e il futuro dalla costruzione del muro di separazione, accumulando umiliazione, oppressione e sofferenza: “Soffriamo perché siamo e rimaniamo la Chiesa del Calvario, a causa dell’occupazione militare israeliana e di un conflitto che non trova soluzione” (Patriarca di Gerusalemme Fouad Twal).
FAR MEMORIA delle conseguenze drammatiche che in questi 10 anni hanno messo alla prova la fede e la resistenza nonviolenta dei cristiani palestinesi, da quelli della parrocchia di Beit Jala che speravano nel verdetto della Corte di giustizia per la costruzione del muro sulle loro terre, a tutti gli abitanti che aspirano a vivere nella serenità del lavoro e di una vita quotidiana dignitosa.
PREGARE in ogni comunità e in ogni famiglia qui in Italia, il giorno che ricorda la posa della prima lastra di cemento a Betlemme, NEL DECIMO ANNIVERSARIO DEL MURO a Betlemme, NEL CENTENARIO DI ETTY HILLESUM e in attesa della storica VISITA DI PAPA FRANCESCO A BETLEMME.